Aligi Sassu
27 Luglio - 30 Settembre 1997




thumb
La prima mostra che si e' tenuta al Mas e' stata dedicata al grande pittore Aligi Sassu (Milano 1912-Palma di Maiorca 2000).
Nato nel 1912 Sassu aderisce giovanissimo alle posizioni del Futurismo, partecipando a soli 16 anni alla Biennale di Venezia. Successivamente, intorno agli anni '30, si lascia attrarre dall'allora in voga "gusto del primitivo" (si pensi alla serie degli Uomini Rossi). Soggiorni a Parigi gli permettono di apprendere la lezione dei grandi romantici come degli impressionisti e di Van Gogh, fino ad approdare ad un intenso espressionismo.
L'esposizione, divisa in tre sezioni comprendeva da una parte opere del Maestro dedicate al Sacro e datate dal 1930 al 1994, dall'altra 14 litografie componenti la sequenza della "Via Crucis"; infine, i 58 acquerelli realizzati dall'artista nel 1943 ad illustrazione del romanzo manzoniano I Promessi Sposi.
Della prima sezione, nella quale l'obiettivo primario (ed unico nel caso dei "Concili") del "fare pittura", pittura che si avvale essenzialmente del rosso, si accompagna al desiderio di rappresentare la condizione umana per mezzo del soggetto sacro e principalmente del Cristo sofferente, facevano parte acquerelli, disegni e dipinti fra i quali capolavori come la "Deposizione" del 1932, la "Crocifissione" del 1941, il "Concilio di Trento" del 1941-1942.


Il Catalogo nella collana "I Raggi"

  Museo
  Collezione bindi
  Artisti
  Mostre temporanee
  Pubblicazioni
  Didattica
  Gallery
Eventi
  Info
  Downloads
  Documenti


IL MUSEO VIRTUALE


Soci Fondatori:
piccola opera   provincia teramo   comune gulianova
In collaborazione con:
  regione abruzzo
Links