Raffaello Pagliaccetti. bronzi, marmi, teracotte e gessi dal 1861 al 1899
25 Aprile 2001 - 8 Luglio 2001




thumb
Una quarantina di opere fra bronzi, marmi, terracotte e gessi dal 1861 al 1899 in esposizione nella mostra Raffaello Pagliaccetti.
Le epifanie della luce" che ha contribuito a far conoscere alcune fra le sculture piu' belle del maestro giuliese (Giulianova 1838-1900) e a riportare l’attenzione su tutta la scultura italiana ottocentesca, fino a poco tempo fa lontana dai favori della critica. Raffaello Pagliaccetti, dapprima fu allievo del concittadino Bucci, poi accademico di San Luca, dove ebbe come maestro il Tenerani, infine e in seguito alla visita all’Esposizione Nazionale si trasferi' a Firenze dove frequento' i nomi piu' importanti della scultura.
Se la sua fama e' legata alle opere monumentali, i migliori esiti formali e non solo, si riscontrano quando, anche nei ritratti di personaggi illustri, cerca di cogliere il loro lato piu' intimo e famigliare, facendo emergere l’interiorita' del soggetto rappresentato. Una sensibilita' che e' evidente nella "Cieca orfanella abruzzese", dove il "caposcuola fiorentino del verismo" come ebbe chiamarlo il Parroni, da' prova dell'intensita' del suo fare artistico.






Il Catalogo nella collana "I Raggi"

  Museo
  Collezione bindi
  Artisti
  Mostre temporanee
  Pubblicazioni
  Didattica
  Gallery
Eventi
  Info
  Downloads
  Documenti


IL MUSEO VIRTUALE


Soci Fondatori:
piccola opera   provincia teramo   comune gulianova
In collaborazione con:
  regione abruzzo
Links