LUDOVICO DE LUIGI

Ludovico De Luigi e' nato nel 1933 a Venezia.
Ha tenuto la sua prima mostra personale nel 1965 presso la Galleria Il Canale di Venezia.
In seguito ha partecipato a importanti manifestazioni d'arte quali la Quadriennale di Torino (1974), l'Art Basel (1980, 1981), la Biennale di Venezia (1986) ecc.
Ha tenuto mostre personali a Parigi, Monaco, Milano, Colonia, Bonn, Roma, New York, Montecarlo, San Paolo del Brasile, Chicago ecc.
Sue opere sono esposte in importanti musei (Peggy Guggenheim Collection, Venezia; Museo de Arte Moderna, Rio de Janeiro; Bayerische Staatsgemaldesammelung, Monaco, Museo de Arte Moderno, Citta' del Messico…) o collocate nelle piazze di alcune citta' del mondo.
Vive e lavora a Venezia.


Web: www.ludovicodeluigi.com



L'Opera:

immagine
Yashica
computer painting su tela, 70x90 cm.
La pittura di De Luigi appare anche un disperato annuncio di "decomposizione e di catastrofe che egli prevede e rappresenta" per una citta' che si avvia ad essere [...] un luogo definitivamente perduto alla poesia e alla storia.
[Ma] le intenzioni dell'artista non appaiono semplicemente quelle di annunciare e denunciare la decomposizione e la morte di Venezia [...] la sua preoccupazione e' invece di giungere a disvelare l'anima della citta' attraverso una operazione di pura e semplice iconoclastia formale.
[...] Per l'artista [...] l'impiego del computer appare un fatto naturale che gli consente l'esplorazione di nuovi panorami, di vedere scorci altrimenti invisibili, realizzare scenografie prima impossibili, immaginare prospettive impensabili solo con la pittura da cavalletto.
Enzo Di Martino da "Ludovico De Luigi. Viaggiatore dell'Arte", Edizioni Galleria Ravagnan, Vnezia, 2002