SALVATORE FIUME

Salvatore Fiume e' nato nel 1915 a Comiso (Ragusa).
Ha esposto la prima volta nel 1949 alla Galleria Borromini di Milano.
In seguito ha preso parte a importanti manifestazioni d'arte quali la Biennale di Venezia, la Triennale di Milano e numerose altre rassegne internazionali.
Sue mostre personali sono state allestite in citta' italiane e straniere.
Ha realizzato opere monumentali per spazi pubblici e numerose scenografie teatrali.
Suoi dipinti si trovano in alcuni dei piu' importanti musei del mondo.
E' morto nel 1997 a Milano.


Web: www.fiume.org



L'Opera:

immagine
Monumento agli innamorati,
opera grafica, 63x46 cm.

Partiamo da una frase di Fiume per spiegarne la visione: "Plasmare il silenzio": non coprire con i colori, non celare, mascherare, occultare con la cromia; un'operazione che non vuole velare, ma trasformare, dar corpo e forma, intervernire e modificare. [...] Al tutto si da' forma umana perche' nulla puo' esistere al di fuori della nostra umanita', che percepisce, gode, soffre, sente.
Non si parla, in questo caso, di un processo vitalistico, di uno sconvolgimenro romantico dei sensi, di un impetuoso fagocitare sensazioni ed emozioni, di un atto di estrema riflesione, di pacata concentrazione, di un paziente ed intimo conversare con le cose, una compostezza d'antica saggezza, un determinato procedere alla ricerca dell'essenza del reale.

Maurizio Dell'Acqua da "Fiume a Mosca", Palazzo delle Esposizioni - Unione dei pittori U.R.S.S., Mosca, 1991